Lean Production

Considerando le esigenze sempre più elevate dei clienti, le aziende industriali sono costrette a offrire prodotti orientati a tali esigenze, oltre a un'ampia gamma di varianti di prodotti diverse. Le aziende devono inoltre garantire un'elevata produttività per poter contrastare la concorrenza.

Lean Production (produzione snella) fa riferimento all'organizzazione della produzione sistematica introdotta originariamente dai produttori di auto giapponesi. Questa mira a utilizzare in modo economico fattori di produzione come mezzi produttivi, personale e materiali e a ottimizzare la qualità dei prodotti.

Miglioramento della produttività e della qualità

È possibile migliorare la produttività, tra le altre cose, in modo che i processi di produzione siano ottimizzati e i cicli di produzione abbreviati, eliminando le capacità del personale non sfruttate. Nell'ambito della Lean Production le scorte di magazzino vengono eliminate il più possibile: materiali e prodotti intermedi vengono conservati in una quantità tale da poter essere utilizzata in modo rapido ed efficiente. Per questo sono spesso necessarie consegne Just-in-time.

Una migliore qualità dei prodotti realizzati si ottiene da un lato con processi di produzione ottimizzati e, dall'altro, con un migliore controllo della qualità, con una gestione più efficiente degli scarti e dei prodotti difettosi.

Grande flessibilità e orientamento ai clienti

Infine, la Lean Production è caratterizzata da un'elevata flessibilità dei fattori di produzione, delle quantità di produzione e delle varianti di prodotto. Questa flessibilità permette una reazione rapida a oscillazioni inattese presso i fornitori, nella propria produzione o sul mercato.

Principi della Lean Production

Tuttavia, un sistema di produzione snella può funzionare solo se tutto il sistema è orientato alle esigenze del cliente. L'allineamento del sistema di produzione utilizzando la Lean Production distingue otto principi strutturali:

  1.  Evitare sprechi
  2.  Miglioramento continuo (Kaizen)
  3.  Standardizzazione
  4.  A prova di errore (Poka-Yoke)
  5.  Principio dell'ottimizzazione dei flussi
  6.  Principio Pull
  7.  Orientamento al cliente e condotta orientata all'obiettivo
  8.  Management visuale

L'elemento fondamentale della Lean Production è l'identificazione degli sprechi e la relativa loro eliminazione. Come spreco si intendono tutte le applicazioni che non creano valore aggiunto e non portano vantaggi al cliente. Inoltre, gli errori significano che i vantaggi per i clienti già creati vengono annullati.

La finalità del principio a prova di errore è quindi non trasferire gli eventuali errori alle fasi di processo successivo, migliorando così la qualità del prodotto e del processo. Per evitare errori non intenzionali, il principio Poka-Yoke si basa per esempio essenzialmente su mezzi di tipo tecnico.

Motivati dallo sforzo verso la perfezione, l'obiettivo è quello di migliorare continuamente processi e sistemi. Questo perché con ogni miglioramento vengono identificati ed eliminati errori, problemi e sprechi. Il presupposto è l'inclusione di tutti i collaboratori, per esempio sotto forma di una gestione delle idee interna. Anche una condotta orientata all'obiettivo deve contribuire a legare i dipendenti ai processi aziendali e ad accelerare il miglioramento continuo.

Con una standardizzazione si devono evitare le attività che non creano valore aggiunto. Per questo vengono definite operazioni per processi, procedure di lavoro e fasi di produzione che si ripetono.

Per ottenere cicli di produzione più brevi possibile, i prodotti dovrebbero giungere alla fase successiva, senza passare attraverso uno stoccaggio intermedio. Il principio di sincronizzazione del flusso ha l'obiettivo di strutturare il flusso di materiali e di informazioni in modo continuo e senza turbolenze. Per ridurre al minimo i controlli e le giacenze, il principio Pull si orienta alle commesse per i clienti e le "tira" attraverso il processo produttivo.

Una rappresentazione visiva delle informazioni sui processi e le procedure di lavoro garantisce una maggiore trasparenza su obiettivi e prestazioni. Numeri di riferimento, problemi e scostamenti dagli obiettivi sono visibili più rapidamente ed è possibile ottenere una maggiore identificazione dei collaboratori nei loro incarichi.

Lean Production con le tavole rotanti Lehmann

Da oltre 40 anni l'azienda svizzera pL LEHMANN produce tavole rotanti CNC compatte e ad alta precisione. Con i suoi prodotti offre non solo una grande scelta di possibilità di serraggio pezzi, ma anche il miglior sfruttamento possibile del locale macchine e delle corse, tempi di ciclo molto brevi grazie ad una speciale gestione del serraggio e un bilancio energetico favorevole grazie alle dimensioni contenute del motore.

Con le innovative tavole rotanti CNC, organizzate in un sistema modulare standardizzato, aspira a soddisfare i requisiti internazionali per una produzione economica di pezzi da molto piccoli a medi nell'industria manufatturiera con lavorazione a macchina, tramite combinazioni personalizzate idonee.

Con tavole rotanti in quattro tipi base/dimensioni è possibile coprire un settore di prestazioni di tipo base per il quale altri prodotti richiedono il doppio di tipi base. Grazie alla struttura modulare, è inoltre possibile creare una serie di combinazioni standard diverse. Per i produttori e i rivenditori di macchine (primi allestitori, OEM) questo vuol dire dover gestire e procurarsi meno tipi, potendo così approfittare di tempi di consegna molto brevi e di un'elevata capacità di adattamento. L'utente, oltre che dei brevi termini di consegna, può approfittare anche dei negozi di ricambi e dell'assistenza.

Tavole rotanti CNC per la produzione economica

Geometrie di pezzi complicate richiedono serraggi e movimenti di pezzi molteplici e flessibili nel locale macchine. Grazie ad un'elevata standardizzazione, pL LEHMANN offre una soluzione razionale idonea per le applicazioni più diverse. Brevi tempi di conversione aumentano la produttività e il grado di utilizzo. Allo stesso tempo, l'utente ha a disposizione una possibilità di automazione graduale: per esempio cominciando con il caricamento manuale, fino ai sistemi di alimentazione lineare e alla produzione completamente robotizzata. Interfacce per diversi sistemi di serraggio, completati da cilindri di serraggio e passanti torniti idonei, fino al controllo corsa e pressione: è disponibile una vasta struttura modulare.

Campi di applicazione:

  • Automotive
  • Medical / Dental
  • Watches / Micro Technology
  • Aerospace / Turbines
  • Mechanics

Flessibilità e rapidità di conversione

La Lean Production si contraddistingue per un'elevata flessibilità e per i brevi tempi di ciclo e di conversione. pL LEHMANN, con i suoi 20 sistemi standardizzati, offre un ampio assortimento di serraggi dei pezzi. Allo stesso tempo, con il sistema modulare combiFlex® è possibile ottenere soluzioni per tavole rotanti specifiche per il cliente, grazie agli elementi standard. Le interfacce standard, che sono armonizzate con le combinazioni, permettono adattamenti speciali in qualsiasi momento. Le tavole rotanti sono convertibili e riattrezzabili anche dopo molto tempo. Due tavole rotanti EA possono essere successivamente convertite in una tavola rotante T a due assi, o viceversa: è possibile trasformare una tavola rotante T in un'altra variante. I sistemi, grazie alla loro maneggevolezza, consentono tempi di attrezzaggio molto brevi.

Anche le classi di precisione possono essere adattate alle esigenze, grazie a diversi sistemi di misurazione angolare e a due classi di tolleranza per la geometria. È possibile una precisione di oscillazione radiale fino a 2 μm.

Elevata produttività, precisione e poco ingombro

Le tavole rotanti CNC di pL LEHMANN consentono un'elevata densità di potenza e la migliore accessibilità possibile, che avviene dall'alto. Utensile e pezzo sono serrati rapidamente, per cui la produttività e la precisione sono aumentate e il locale macchine è sfruttato al meglio. Le dimensioni esterne compatte permettono l'impiego di diversi mandrini per metro quadro. Una tavola rotante compatta è più leggera e risparmia energia, grazie ad una massa in movimento ridotta.

Velocità elevate, fino a 210 giri al minuto e tempi ciclo ridotti, 90° da 0,2 sec, riducono il tempo di produzione dei pezzi e aumentano quindi la produttività.

Anche la soluzione 3+2 assi porta vantaggi. Rispetto ad un macchina a 5 assi è possibile ridurre notevolmente la superficie occupata, in modo che sulla stessa area è possibile collocare diverse macchine e ridurre così i percorsi di spostamento per i collaboratori e i materiali. Anche dal punto di vista della flessibilità questa soluzione risulta vantaggiosa. Inoltre, i costi di acquisto sono quasi sempre molto inferiori rispetto ad un macchina a 5 assi, paragonando macchine simili.

Possibilità di automazione

Per l'automazione è necessario automatizzare anche il mezzo di serraggio. Basandosi sul sistema di serraggio a punto zero è possibile installare diversi dispositivi di serraggio. Il sistema si basa su una tensione HSK a norma. Le camme del menabrida sono tuttavia rettificate con precisione e possono essere compresse assialmente. Allo stesso modo, il contropezzo (adattatore ripas) presenta una scanalatura precisa e un foro di posizionamento per il bullone di guida.

Il sistema di serraggio può essere adattato per la serie 500 a partire dalla Edition 2. Raggiunge un'elevata precisione di ripetizione e può trasmettere coppie elevate. È anche possibile un cambio del pezzo veloce e i pezzi possono essere preparati in parallelo.

Già compatibile con Industry 4.0

Evitare gli errori è uno dei punti fondamentali della Lean Production, perché gli errori causano uno spreco di risorse. Questo non ha nulla a che fare con l'Industry 4.0, ma è un presupposto.

Un sistema del serraggio ultra rapido garantisce un'elevata produttività, per stare al passo con la concorrenza e tempi di ammortizzamento più rapidi. Questo può essere garantito solo con sensori ed elettronica. Inoltre i mezzi di produzione, senza operatore, devono poter essere azionati 24 ore su 24, in modo da evitare guasti e risolvere le anomalie nel minor tempo possibile. Per eliminare le cause e evitare anomalie future, è indispensabile avere a disposizione fatti e dati. Per questo sono necessari un registratore di dati e una cronologia dei dati.

Le tavole rotanti pL LEHMANN sono dotate di una blackBOX e di una presa USB impermeabile all'acqua. Tramite una comune chiavetta USB o bluetooth, è possibile leggere i dati in caso di anomalia e inviarli via E-mail a pL LEHMANN o a una rivendita locale. In questo modo le cause delle anomalie possono essere individuate ed eliminate più rapidamente. D'altra parte i LED visualizzano in qualsiasi momento lo stato e quando è necessario effettuare la manutenzione. Un altro supporto è fornito dall'interfaccia Ethernet, da un Webserver e da un software PC, per mezzo dei quali il servizio di assistenza specializzato è in grado di effettuare valutazioni e analisi in modo autonomo. Così la produttività aumenta anche in modo indiretto e la percentuale di errori e anomalie si riduce. Rapida. Indipendente. Dritta all'obiettivo. Lean, semplicemente.

È necessario accedere per poter vedere questa pagina.

Sei qui per la prima volta e hai effettuato il login sul nostro vecchio sito web? I dati sono stati trasferiti, ma è necessario creare una nuova password. A tale scopo utilizzare la funzione "password dimenticata".